[Fan Fiction] L'innamorato respinto se ne va

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

[Fan Fiction] L'innamorato respinto se ne va

Messaggio  Arianna il Mer Lug 02, 2008 12:12 am

Importante: Questa fan fiction parte dalla puntata dell'anime: 'Un innamorato respinto' (titolo della puntata in Italia, in originale: 'André, limone verde'), appunto. Quindi fino a quella puntata è tutto uguale all'anime. L'unica cosa diversa è che nella mia ff Oscar non abbandona la guardia reale! Buona lettura!





Primo capitolo

Oscar sentiva su di sé per la prima volta il peso di un uomo, sentiva le labbra di lui sulle sue.
Si dimenava, voleva fuggire, Andrè era il suo amico da sempre, il suo protettore e adesso aveva paura di lui. Voleva vivere come un uomo, era cresciuta come un uomo, ma era una donna. Andrè poteva farle quello che voleva, lui era più forte. Tutti questi pensieri invadevano la mente di Oscar nei pochi istanti del bacio di Andrè. Poi lui di colpo le afferrò la camicia. Un rumore acuto riecheggiò nella stanza buia. La camicia che nascondeva le sue forme femminili non la proteggeva più. Andrè dal canto suo osservava per la prima volta il corpo della sua amata senza veli.
<< Bene, e adesso? E adesso che cosa vorresti farmi Andrè? Cosa vuoi provare?>>
Quel rumore e le parole di Oscar riportarono Andrè alla realtà. Lasciò cadere a terra il brandello di camicia che aveva in mano.
<< Ti prego perdonami Oscar, giuro su Dio che non ti farò mai più una cosa come questa>>.
Nella stanza si sentivano solo i loro singhiozzi, Andrè stese il lenzuolo su Oscar che era rimasta immobile a letto.
<< Una rosa non potrà mai essere un lillà. Ascolta Oscar, non potrai mai cancellare di essere nata donna. Per venti anni ho vissuto con te e ho provato dell’affetto per te, solo per te! Io ti amo Oscar, credo di averti sempre amato…>>
Le fece la sua dichiarazione d’amore, forse in parte lo giustificava di un comportamento simile. Oscar non disse niente, rimase stesa sul letto. Andrè uscì dalla stanza, fino all’ultimo sperò che Oscar gli dicesse qualcosa, ma niente. Si sentiva svuotato, aveva fatto del male alla sua donna. Lui che aveva dedicato la sua vita a lei, l’aveva fatta piangere. Era disperato, lei amava Fersen. Fersen era nobile, ricco, potente, persino la regina si era innamorata di lui. No, non poteva competere con quel uomo. Ma allora che avrebbe dovuto fare? Non si può chiudere l’amore in un cassetto e non aprirlo più. L’amore ti invade l’animo, condiziona ogni movimento della tua giornata. No, non si può dimenticare o cancellare l’amore, come non si può cancellare la persona amata. Ma l’alcool aiuta a scordarlo almeno per un po’. Andò alla taverna, c’era Alain, un suo amico di bevute. Era in uniforme, pensò che il suo unico occhio lo stesse ingannando e che quello non era Alain, perché l’esercito non era proprio per lui. L’occhio non lo ingannava infatti Alain gli disse:
<< Ehi Andrè! Hai abbandonato i nobili per tornare un po’ fra la gente comune?>>
<< Alain! Non scherzare! Tu piuttosto con questa uniforme che mi dici?>>
<< Mia madre è malata, Andrè. Con la mia paga riesco a pagarle le medicine.>>
<< Senti Alain ho bisogno di svago stasera portami in qualche buona taverna!>>
<< Qualche bella contessa ha infranto il tuo cuore Andrè?>>
Senza volerlo Alain aveva indovinato tutto. Oscar era bella ed era contessa.
<< Ma che dici Alain! Dei nobili non ci si può fidare, ma hai ragione il mio cuore è infranto, ma non per una contessa.>>
Entrò un altro soldato e disse ad Alain che si doveva muovere.
<< Si hai ragione, arrivo! Senti Andrè arruolati anche tu così ci potremmo fare tante bevute insieme e potrai scappare dai nobili!>>.
Detto ciò diede una pacca sulle spalle ad Andrè e se ne uscì.
Andando via da quella casa l’avrebbe dimenticata? Almeno non l’avrebbe avuta sempre affianco. Forse l’amore non si può cancellare ma si può imparare a dominarlo piano piano. Lei non voleva amarlo? Bene lui l’avrebbe abbandonata. Si l’amava, ma non poteva starle sempre accanto. Lo faceva anche per lei. Stavolta ero riuscito a controllarsi e le aveva promesso che non avrebbe mai rifatto una cosa del genere. Ma non riusciva a controllarsi quando la vedeva triste per quel damerino di Fersen. Era da codardi scappare così? Forse, ma non gli importava. Tanto dopo quello che era successo, Oscar non lo avrebbe neanche voluto sempre al suo fianco, giustamente. Con questi pensieri nel frattempo era tornato a casa, passando davanti alla porta di Oscar vide che era ancora accesa la luce, ma passò oltre e andò in camera sua. Si gettò sul letto ancora chiedendosi se arruolarsi fosse la scelta giusta. Nonostante l’agitazione prese sonno.
Invece Oscar dopo che se ne era andato Andrè rimase ancora sul letto per un bel po’. Il destino era ingiusto, aveva lasciato che Fersen si innamorasse di Maria Antonietta. Che Oscar si innamorasse di Fersen, e che Andrè si innamorasse di lei. Nessuno di loro poteva urlare al mondo il proprio amore. Ognuno di loro l’aveva dovuto nascondere dietro strazianti silenzi e vedere come quell'amore lacerava la loro anima. Pensava che amare e sentirsi riamati doveva essere una cosa bellissima. Ma ora, dopo il gesto di Andrè, non era sicura neanche di amare Fersen. In realtà non sapeva neanche cosa fosse l’amore. Era solo quel sentimento romantico e casto? Oppure era una passione travolgente che ti spinge a fare gesti come quello di Andrè? Rimase per diverse ore sul letto a fare questi pensieri. Continuava a confrontare il suo amore per Fersen e l’amore di Andrè per lei. Si chiedeva quale dei due fosse più sincero. Ormai era ora di cena si tolse di dosso i resti della sua camicia e ne indossò un’altra. Scese a cenare, chiese a Nanny che fine avesse fatto Andrè e la dolce nonna le rispose che era uscito quel pomeriggio e non era più tornato. Dopo cena si chiuse in stanza, continuava a riflettere su tutti gli ultimi avvenimenti. Non riuscì a dormire. C’erano troppi sentimenti in ballo. Non riusciva a rimanere tranquilla. Anche se era abituata a nascondere i suoi tormenti e le sue paure questa volta non riusciva a rimanere neanche apparentemente impassibile. Ritrovò in vari ricordi del passato dei segni che testimoniavano l’amore di Andrè. Capì che non si sarebbe dovuta stupire di quella dichiarazione perché in realtà, anche se in silenzio, ogni giorno Andrè le dimostrava il suo amore. Ma in tutte quelle ore non riuscì ad analizzare i suoi sentimenti verso quell’amico-fratello e forse qualcosa in più.
Prese sonno all’alba. Di conseguenza si svegliò molto tardi. Il padre la chiamò subito nel suo ufficio.
<< Buongiorno padre.>>
<< Siediti figlio mio, ti devo parlare…>>
<< E' forse successo qualcosa?>>
<< No, tranquillo, niente di grave... come saprai Andrè oggi si andrà ad arruolare per la Guardia Metropolitana...>>
<< Cosaaa?!>>
<< Non ne ha fatto parola con te? Strano... comunque io sono felice che abbia intrapreso questa strada. Andrè è un uomo molto coraggioso e leale, al servizio della Guardia potrà mettere in risalto queste sue qualità. Per questo quando mi ha chiesto il permesso, gliel’ho accordato. Ma il motivo per qui ti ho chiamato è un altro, Oscar. Volevo sapere se tu avessi intenzione di prendere un altro attendente al posto di Andrè. Penso che ormai tu sia grande e che non abbia bisogno. Ma lascio a te la scelta.>>
<< Ehm, padre...sì, avete ragione, ormai non ho bisogno di un attendente. >>
[continua...]


Fatemi sapere se vi piace!

Arianna
Membro
Membro


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Fan Fiction] L'innamorato respinto se ne va

Messaggio  Julius il Mer Lug 02, 2008 3:13 pm

A me piace Very Happy
Riesci ad esprimere bene i sentimenti interiori dei personaggi!
Solo che non ho capito bene perché André si arruola per andarsene via da Oscar. Mi sembra un André diverso dall'originale: un André che sopporta di meno.
Sono curiosa di sapere come continua!
avatar
Julius
Membro
Membro


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Fan Fiction] L'innamorato respinto se ne va

Messaggio  Arianna il Mer Lug 02, 2008 9:03 pm

ah si. hai ragione. l'ho fatto diverso.. cioè più simile alle persone e agli uomini che io conosco! comunque grazie!

Arianna
Membro
Membro


Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [Fan Fiction] L'innamorato respinto se ne va

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum